LE MIGLIORI MOTO ELETTRICHE DA ACQUISTARE NEL 2022
LE 10 MIGLIORI MOTO ELETTRICHE SUL MERCATO
SCOPRI
PROVA VEICOLI!
VIENI A PROVARE GLI ULTIMI MODELLI SUL MERCATO
PRENDI IL TUO APPUNTAMENTO
PRIMA DI ACQUISTARE AFFITTO!
IL MODO PIÙ COMODO PER VIVERE COMPLETAMENTE UNA E-BIKE
AFFITTO
Precedente
Successiva
LE MIGLIORI MOTO ELETTRICHE DA ACQUISTARE NEL 2022
LE 10 MIGLIORI MOTO ELETTRICHE SUL MERCATO
SCOPRI
PROVA VEICOLI!
VIENI A PROVARE GLI ULTIMI MODELLI SUL MERCATO
PRENDI IL TUO APPUNTAMENTO
PRIMA DI ACQUISTARE, AFFITTA!
IL MODO PIÙ COMODO PER VIVERE COMPLETAMENTE UNA E-BIKE
AFFITTO

CORSA AL FUTURO EVOLUTION ...

I marchi più importanti con cui lavoriamo.

Sei un motociclista?
Fai da solo MOTECO

Tutte le moto elettriche, come le auto, possono essere ricaricate da casa.

Ecco perché tutte le moto includono i connettori, i cavi e le spine necessari.

Nonostante sia un processo molto funzionale, è vero che un'installazione fatta in casa ha qualche limitazione nei tempi di caricamento.

Tuttavia, è un processo che può essere migliorato aumentando la potenza contratta e/o utilizzando caricabatterie più potenti.

In Moteco possiamo sempre consigliarti qual è la soluzione migliore.

Il Kilowattora può avere un prezzo stimato di 12 centesimi durante le ore notturne e 18 centesimi durante le ore normali. 

Per riempire la batteria della moto più grande che abbiamo (17 kWh) il costo è compreso tra 2,04 € e 3,6 €. Niente a che vedere con il riempimento di un normale serbatoio del gas, giusto?

Sì, infatti ci sono più applicazioni in cui possiamo controllare i diversi punti di ricarica disponibili.
Inoltre, ti informano sulla potenza che forniscono e persino sul tipo di connettività.
Ad esempio: www.electromaps.com

Le batterie per motociclette elettriche più comuni sono solitamente agli ioni di litio. 

Il suo comportamento è molto più stabile rispetto ad altri tipi di batterie per il famoso "effetto memoria" che ne riduce la vita utile (cicli di carica completa). 

Per questo motivo, le batterie possono essere ricaricate ripetutamente più volte. Anche se questo è un campo in costante sviluppo e si prevedono grandi progressi nel breve termine. 

Articoli correlati:

http://bateriasdegrafenopara.com/tipos-de-baterias/ 

Come sono le batterie delle auto elettriche?

Qual è la durata delle batterie? 

Circa 500 cicli completi per batterie al piombo. 

E tra 1.000 e 2.000 cicli completi per batterie agli ioni di litio. 

L'unità di misura della capacità della batteria è il kWh.

L'equivalenza in un motore a combustione sarebbe l'unità di litri del serbatoio del carburante.

Il Watt, noto anche come Watt, è l'unità standard di calcolo della potenza. 

È il risultato della moltiplicazione di Volt x Ampere. 

Normalmente l'unità di misura standard è 1000 Watt = Kilowatt.

Sì, come in qualsiasi veicolo, una nuova motocicletta deve superare l'ITV una volta che ha 4 anni e poi ogni 2 anni.

Nel caso di un ciclomotore, è necessario superare l'ITV una volta che hanno 2 anni e ripassarlo ogni 2 anni.

Il normale processo di ricarica di una moto elettrica, e in generale di qualsiasi veicolo elettrico, è molto semplice. 

Basta collegare il caricabatteria ad una presa stabile 220v (monofase) che abbiamo a disposizione in casa, in garage o nei centri commerciali o alle apparecchiature di ricarica installate per strada. 

La ricarica completa richiederà alcune ore a seconda della capacità del caricabatterie e di altri aspetti del sistema di ricarica.

Esistono 5 tipi di punti di ricarica:

Modalità 1 o standard: in grado di fornire fino a 3,6 kw

Modalità 2 o standard veloce: in grado di fornire tra 3,7 kW e 7,2 kW

Modalità 3 o semi-veloce: in grado di fornire tra 7,5 kW e 21 kW

Modalità 4 o veloce: in grado di fornire tra 22 kW e 50 kW

Modalità 5 o ultra veloce: in grado di fornire tra 51 kW o più.

Esistono diversi tipi di connettori. La differenza sta nella modalità di ricarica e sono così suddivisi: 

Tipo 1: il cosiddetto J1772 è il più comune. Ci consente di effettuare una ricarica lenta fino a 3,6 kW ed è il più utilizzato in paesi come il Giappone. In Europa le più utilizzate sono le prese schuko che hanno le stesse specifiche tecniche della J1772.

Tipo 2: il più noto è il marchio Mennekes.

Tipo 3: consente carichi fino a 22 kW. 

Tipo 4: consente una ricarica rapida, attualmente fino a 50 kW. Stanno diventando sempre più diffusi e implementati nella nostra attuale rete di punti di ricarica.

Qui puoi avere maggiori informazioni e, in caso di dubbio, in Moteco possiamo consigliarti: 

https://www.conducetuciudad.com/es/recarga-del-coche-electrico/tipos-de-conectores

Siamo abituati a misurare la potenza dei motori a combustione in cavalli vapore (CV), ma la potenza nei motori elettrici sarà misurata in Kw.

L'equivalenza è la seguente: 1kw = 1,34cv

È la misura standard della capacità di carica della batteria e viene misurata in kilowattora. 

La capacità di carico delle nostre moto varia da 5 Kw/h per uno scooter a 12 Kw/h per le nostre supersportive.

È la misura standard dell'intensità della corrente elettrica.

Sì, sono esenti dalla tassa di registrazione.

E per quanto riguarda la tassa di circolazione, dipende da ogni consiglio comunale. Attualmente a Palma di Maiorca c'è uno sconto del 75%.